Ultima modifica: 27 Settembre 2018

IBM e l’Umbria per l’innovazione: il Liceo Artistico Di Betto c’è!

Connubio Umbria-Ibm Il seme è stato già gettato nell’anno scolastico 2017/18 in cinque istituti umbri, dove sono arrivati 20 TJBot, piccoli robottini collegati al sistema cognitivo Watson, che gli studenti dovranno programmare. Si tratta del primo progetto educativo della Fondazione Ibm Italia, con Regione, Ufficio scolastico regionale e Confindustria, che mira a «fare entrare le competenze digitali nei curricula degli studenti, affinché diventino una componente essenziale della formazione scolastica con ricadute positive sul territorio e sull’economia regionale», come ha spiegato il direttore della Fondazione Ibm, Angelo Failla, presentandolo di recente a Spoleto. Coinvolti l’Istituto industriale Campani di Spoleto, il Franchetti-Salviani di Città di Castello, il Di Betto di Perugia, il Ciuffelli di Todi e il Tacito-Metelli di Terni.

Ci siamo anche noi!